In collaborazione con paginemediche.it

Blog

Consulto immediato con il pediatra
Parla, Chatta o Richiedi la visita a domicilio di un medico

Come educare i bambini a un’alimentazione sana

10/30/2018 / guardato: 5307

Salute e cibo sono strettamente collegati! Noi adulti lo sappiamo bene, ma farlo capire ai più piccoli non è sempre facile.

La frutta e la verdura sono, per esempio, degli alimenti indispensabili nella dieta di grandi e piccini. Il sapore di alcuni cibi “sani” alcune volte non è molto piacevole per il palato dei bimbi per questo motivo bisogna trovare di piccoli stratagemmi che li aiutino ad alimentarsi nel modo migliore per vivere una vita in salute.

Prima di iniziare è utile capire l’importanza dei pasti principali e degli spuntini e quali sono i cibi più adatti nelle diverse parti della giornata.

Pasti principali e spuntini

I pasti principali sono tre: colazione, pranzo e cena. La colazione è spesso vista come qualcosa di rapido in realtà è un momento importante della giornata. Dopo una notte di riposo il corpo ha bisogno di energie per affrontare un’intera giornata. Se il bimbo non fa una buona colazione tenderà a mangiare di più durante lo spuntino di metà mattina arrivando al pranzo sazio. È, quindi, utile far vivere ai bambini la colazione come un momento speciale in cui si “ricaricano le batterie”. Sì ad alimenti come latte, yogurt e spremute d’arancia, fette biscottate con la marmellata, biscotti o una fetta di torta semplice fatta in casa, e frutta.

Il fabbisogno energetico varia da bambino a bambino, ma degli alimenti salutari e nutrienti sono il giusto mix per iniziare la giornata nel modo migliore. Per evitare che i più piccoli vedano la colazione come qualcosa di routinario è utile variare sempre in modo che i cibi differenti stimolino il loro appetito.

Per quanto riguarda gli spuntini meglio prediligere frutta fresca, è preferibile se di stagione, e pane.

Il pranzo e la cena sembrano molti simili, ma in realtà sono due momenti distinti: nel primo c’è bisogno di energie per continuare la giornata; la cena, invece, deve essere più leggera in quanto dopo qualche ora i bambini andranno a dormire. Una maggiore quantità di pasta, riso, farro è consigliata per il pranzo, mentre a cena è più indicato preparare carne, pesce o alimenti che contengono proteine.

Si dovrebbero consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Ma i bambini amano questi alimenti? Spesso no, ecco qualche consiglio utile.

Bimbi e cibo: qualche trucco utile per un’alimentazione corretta

Alcuni cibi dai sapori particolari non sono graditi dai bambini, ma sono determinanti per una loro crescita sana. Ecco qualche trucchetto per avvicinare i più piccoli a frutta e verdura e altri cibi tenendo conto dei loro gusti.

Suscitare l’interesse dei più piccoli raccontando come crescono o attraverso una gita alla scoperta di alcuni alimenti.

I bambini devono provare i cibi e solo dopo aver sperimentato il gusto possono dire che non è di loro gradimento.

Includere i bambini nella preparazione dei piatti in modo che attraverso il gioco si interessino ai cibi e siano più propensi ad assaggiarli.

Servire gli alimenti in modo divertente e colorato per renderli accattivanti agli occhi dei piccoli.

Evitare di mangiare con la televisione accesa, i bambini si distraggono e non mangiano adeguatamente.

Maria Rita Corda

Più recenti

Hai bisogno di un pediatra ora?

Parla, Chatta o Richiedi la visita a domicilio di un medico con oltre 20 anni di esperienza! Avrai la risposta in 5 minuti, h24, 7 giorni su 7!

Richiedi un consulto Richiedi un consulto

Resta in contatto con noi

Iscriviti alla newsletter per non perdere importanti notizie sul mondo dei più piccoli.